Il corto Pixar sul raviolo cinese Bao rischia la censura in Cina

bao raviolo cinese del corto della Pixar

Prendete il presidente della Repubblica popolare cinese Xi Jinping e affiancatevi un raviolo, anzi per essere precisi un bao, ovvero una sorta di raviolo/panino tipico della cucina orientale. Ci vedete qualche nesso? No, assolutamente. Eppure in Cina non la pensano come noi e tutto ciò che richiama ad un raviolo deve essere severamente analizzato, rischiando addirittura la censura perchè potrebbe rimandare al presidente. La cosa pare avere dell’assurdo, eppure è realtà. E così il nuovo corto della Disney Pixar, intitolato Bao, che ha per protagonista un raviolone con occhi, gambe e braccia, e che dovrebbe “introdurre” a Gli Incredibili 2, rischia di non vedere mai e poi mai il grande schermo.

Questo tipo di “strana” censura intorno a tutto ciò che trova somiglianza col presidente cinese è qualcosa di vecchia data in Cina. Pensate, infatti, che questa “triste sorte” è toccata anche a Winnie Pooh, il quale, a causa di una remota somiglianza fisica con Xi Jinping, è stato letteralmente messo al bando dagli schermi, grandi e piccoli, della Cina.

Ma perchè questa avversione verso il raviolo? “Leggenda” vuole che il nesso stia intorno ad un gesto compiuto dal presidente all’epoca di una campagna, nel 2013, per “avvicinare il Partito Comunista alla gente comune”. Andò così: il presidente cinese Xi Jinping entrò in un negozio, fece la fila come tutti in questo mondo, comprò 5 bao e poi si sedette a mangiarli, solo soletto, ad un tavolino. C’è chi ha detto che fosse una trovata pubblicitaria, chi una patetica messinscena, fatto sta che la cosa non è andata giù e da quel momento anche il raviolo è stato messo “in quarantena”. Per farla breve, “raviolo” è ora una parola da blacklist, da tenere sotto controllo, da vagliare ogni volta se “riguardi” in modo più o meno velato il presidente cinese. Insomma, a Pechino la cosa è presa molto sul serio, e anche il cinema, in questo caso un cortometraggio della Pixar, rischia di essere bannato. E allora addio omaggio alla cultura e alla cucina cinese…

Per capirsi, questo è Bao:

Il corto Pixar sul raviolo cinese Bao rischia la censura in Cina ultima modifica: 2018-04-24T18:37:08+00:00 da Tommaso Tronconi

Dimmi la tua!