Ha Jung-woo: “Da militare ad attore ho imparato la perseveranza”

attore coreano ha jung-woo

In occasione del 16simo Florence Korea Film Fest, ho incontrato l’attore coreano Ha Jung-woo, ospite al festival per presentare il suo ultimo film Along with the Gods – The Two Worlds (leggi la recensione). Durante la conferenza stampa, sono riuscito a strappargli un paio di battute. Eccole qua:

Lei viene da una famiglia di attori. Suo padre è un noto attore di cinema e televisione. Che cosa ha imparato da suo padre che ancora porta con sé sui set dove viene chiamato a recitare?
Mio padre è sempre stato un attore e ho da sempre visto il modo in cui viveva. Quando anche io sono diventato attore, avendo sempre avuto a che fare con lui, non ho accusato molto il fatto della notorietà. Vedere come era mio padre, mi ha aiutato a rimanere quello che sono sempre stato. Però adesso non parlo con lui del mio lavoro, non gli chiedo neanche quando guadagna… (ride…)

Ho letto che nel 1998 fu chiamato per il servizio militare, e negli anni precedenti lei andava al college, dove anche recitava in una compagnia. E che durante gli anni nell’esercito ha preso parte ad una decina di video promo per le forze armate. È vera questa cosa? E quanto è stata importante la disciplina appresa da soldato quando è diventato un attore professionista e di successo?
Sì a 21 anni ho fatto il servizio militare. Per un anno ho svolto il servizio normale, poi sono entrato in questo “ramo” di sponsor del servizio militare e ho girato dodici spot. Le persone con cui ho lavorato in quel periodo venivano dal territorio dei film anni Settanta e Ottanta, quindi io sono stato un po’ l’elemento di contrasto con questo passato. Il servizio militare è obbligatorio in Corea, l’ho fatto per ventisei mesi e ho imparato la perseveranza.

Dopo alcuni film tra il 2003 e il 2007, la notorietà è arrivata con The Chaser nel 2008, anno in cui ha girato ben quattro film. Che esperienza è stata The Chaser?
Quando ho incontrato il regista Na Hong-jin, ho capito che sarebbe stato un film di successo. Aveva l’entusiasmo di uno studente nel raccontarlo. Più che la sceneggiatura, mi ha colpito la persona del regista, la sua umanità, la voglia di dialogare con gli attori. Non esiste la sceneggiatura perfetta, sono le persone che rendono grande un film.

Ha Jung-woo, lei ha recitato per i maggiori registi coreani, tra cui Park Chan-wook in The Handmaiden che di recente ha vinto il premio BAFTA…
Lavorare con Park è stato fantastico, mi ha insegnato molto sia come attore che come regista.

Appunto… Ha Jung-woo non solo attore, ma anche regista: Fasten your Seatbelt nel 2013 e Chronicle of a Blood Merchant nel 2015. Come ha deciso di passare dietro la macchina da presa?
Dopo The Berlin File nel 2012 avevo del tempo libero, circa sei mesi. Ho così deciso di tentare la strada del regista…

Ha Jung-woo: “Da militare ad attore ho imparato la perseveranza” ultima modifica: 2018-03-28T13:05:55+00:00 da Tommaso Tronconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.